L’Antico Governo dell’Acqua

L’Antico Governo dell’Acqua

A ovest la Dora, a est la Sesia: tutte e due scendono in verticale da nord. Sotto, Po, che  muove a est. Fate conto che i fiumi delimitano un quadrato di 30 km di lato. Immaginate che è un piano inclinato, delimitato a nord dai primi monti alpini. Lì dentro – dentro quel quadrato – ci sono 11.000 chilometri di [...]

Il romanico di Fontanetto Po

Il romanico di Fontanetto Po

Un paesello speciale, con molte cose speciali. Un piccolo gioiello che da solo vale una visita è il Mulino di San Giovanni (v. scheda specifica), ma è tutto il tessuto di questo centro di origine romana, che merita attenzione. E che stupisce, per la quantità di rogge e corsi d’acqua che lo attraversano: siamo vicini al Po, ormai, le falde [...]

Lo Spartito del diavolo

Lo Spartito del diavolo

Per noi è solo una chicca: bastano pochi minuti di attenzione durante il passaggio nella storica terra delle Grange, dove è nata la risicoltura italiana. La Madonna delle Vigne è un piccolo santuario, che oggi è meta di mattocchi da tutta Europa a caccia di emozioni diaboliche: tra le tante leggende, infatti, ha fatto molta presa quella dello Spartito del [...]

La Fossa di Bianzè

La Fossa di Bianzè

Di nuovo una chicca, per la quale bastano pochi minuti, ma che aiuta a riflettere su questo nostro mondo particolare delle Terre d’Acqua. Bianzè è un bellissimo e antico comunello, di origine romana e citato in documenti fin dal 1152. Come un po’ tutto il nostro territorio, vive in simbiosi con l’acqua: non solo l’acqua di superficie ma anche quella [...]

Il Mulino Vivente

Il Mulino Vivente

Tenetevi forte. Per prima cosa vi faremo deviare l’acqua di un canale del ‘500. Sommergerà non più una ruota con le pale, ma una grande turbina di un secolo fa. E quando sarà sommersa, con energia immane inizierà a muovere il primo albero di distribuzione. E tutto inizierà a vivere. Una ventina di macchinari, su tre piani: macchine di legno [...]

La fabbrica di fisarmoniche

La fabbrica di fisarmoniche

L’ultima fabbrica piemontese di fisarmoniche. La gloriosa Cooperfisa, a Vercelli: una vecchietta di 91 anni (nacque nel ’21 come ‘Coopè Armoniche’, ed era solo una delle molte in città) nata dalla volontà di alcuni operai delle più antiche botteghe artigiane. Non possiamo disturbare molto con visite lunghe, ma un’occhiata ai suoi laboratori è un viaggio nel tempo e nella tradizione. [...]

Fede e Memoria della Terra

Fede e Memoria della Terra

Questa è l’ultima Chiesa dei Templari. No, non solo: la piccola chiesa di Santa Maria d’Isana era prima luogo di un culto antico, epperò vivo ancora oggi. Un culto litico, legato a una magica pietra che risana. La gente del posto la chiama ‘menhir’, ma è solo una abitudine non tanto precisa. E’ un piccolo masso che sorge dalla terra: [...]

Il burattinaio

Il burattinaio

Il grande ‘Teatro di figura’ piemontese: i burattini dei Fratelli Niemen. Antichi rom piemontesi, vercellesi purosangue da 7 generazioni, burattinai e circensi da un secolo e mezzo: con Gianduia e tutti gli altri personaggi più storici (recitati anche in vero dialetto vercellese) offrono il più straordinario e autentico spettacolo della tradizione della nostra terra. A Palermo i Pupi sono stati [...]

Città di Eusebio e di Cultura

Città di Eusebio e di Cultura

Molte anonime chicche nei centri minori, poi la scoperta di Vercelli Città d’Arte. Il Sant’ Andrea, il Centro Storico, i Musei, il Duomo e i suoi Tesori: le mille bellezze di quella che fu antica capitale del Piemonte, terra di Eusebio.

Le mille perle del Borgogna

Le mille perle del Borgogna

“Per 80 centesimi!” è il coro di protesta sollevato dal maestro divisionista Angelo Morbelli  (1853-1919) che, con l’opera conservata al Museo Borgogna, mostra le condizioni lavorative in risaia a cavallo tra Otto e Novecento. Il capolavoro del pittore alessandrino è una straordinaria immagine del paesaggio della risaia, imperdibile tappa durante un tour alla scoperta del nostro territorio e della sua [...]

I Tesori del Duomo

I Tesori del Duomo

Eusebio, primo vescovo del Piemonte e di Vercelli, è stata la figura chiave per l’evangelizzazione della regione e per l’adozione della vita comune anche per gli ecclesiastici della sua diocesi, su modello delle chiese orientali. Oltre a lui sono numerosi i personaggi di rilievo che si sono susseguiti alla Cattedra episcopale vercellese, facendo della Città un importante crocevia artistico, oltre [...]